Web addiction!

Web addiction!

Certo, altri tempi quando si partiva con palette, secchiello, braccioli…

Ora la mamma millepiedimillebraccia e il papà quattropiediquattrobraccia partono con la prole attrezzata con tablet e smartphone ed è tutta un’altra storia!

Sì perché partire con un pre-adolescente e una conclamata adolescente è un’impresa multimediale ! Vogliono rimanere connessi, si annoiano facilmente e hanno sempre quell’aria da “sonoquiperfartiunfavoremaappenapossononmivedipiùinvacanzaconte”.

E così devi trovare soluzioni coinvolgenti, assicurare un minimo di avventura e cercare di tenere sempre alto il livello performante della vacanza!

Ma in qualsiasi posto si vada, dalle Alpi alle Piramidi, dal Manzanarre al Reno niente è più avvincente del wifi!

Sonnecchiosi si trascinano ed emettono uno stentato “bello” davanti alle 7 Meraviglie del Creato e quando gli si fa notare la totale assenza di entusiasmo emettono un sarcastico “stupendo” mentre come degli incalliti rabdomanti cercano la connessione per l’aere circostante.

La mamma millepiedimillebraccia non demorde, minaccia di togliere il wifi, di trasferirsi tutti su una palafitta in mezzo al nulla, per sempre disconnessi …

Niente. Nessun effetto, anche perché la mamma millepiedimillebraccia è anche lei web addicted e i figli sanno bene che lei non riuscirebbe mai a scegliere la strada della disconnessione.

Poi c’è il dilemma dei compiti delle vacanze che rende ancora più tesa l’atmosfera …. l’assillo che affligge i genitori più che i ragazzi stessi che tendono a procrastinarne all’infinito l’inizio (“ma devi fare ancora tutto 1 libro di inglese, 2 tomi di matematica, 4 riassunti, 4 temi, 2 capitoli di storia, 4 tavole di arte e 5 di tecnica, 7 traduzioni di francese, leggere 2 libri di narrativa e mi dici CI PENSERO’ A SETTEMBRE???!!!” “ma dai mamy, stai tranqui…….”). E vai di musi lunghi e fughe sempre più massicce sul web!

Poi un giorno il papà quattropiediquattrobraccia compera una pallina water jumping e si compie la magia!

I pargoli sembrano dimenticare il web e le sue mille fascinazioni e si lanciano a giocare in acqua, tutti insieme, divertiti e senza musi lunghi.

È fatta! Finalmente c’è una bella atmosfera!

L’adolescente è contenta e rivolgendosi ai genitori pluriarti esclama :”Peró, anche se siete vecchietti, siete simpatici ! Chi l’avrebbe detto ...”

E mollemente si avvicina al suo tablet e ricomincia a navigare.

Ok, va bene, è tempo di cose diverse.

È tempo di godere di questi rari momenti di complicità familiare.

È tempo di gioire del tempo trascorso insieme, anche se momentaneamente sottratto alle più allettanti attrattive offerte dal web e dai coetanei.

È tempo di cominciare un nuovo percorso.

Insieme.

di Daniela Fujani – Mamma Millepiedimillebraccia

internetaddiction1

Potete condividere su ...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Nessun commento ancora

Lascia un commento