Le vacanze con i bambini : viaggiare all’estero

Le vacanze con i bambini : viaggiare all’estero

avatar-mamma-lavoroI viaggi all’estero con i propri cuccioli non rappresentano più un Tabù e, con i comfort offerti dai mezzi di trasporto di oggi, è facile raggiungere destnazioni anche molto lontane.
Tuttavia, proprio perchè siamo con loro, è importante osservare alcune semplici regole che ci aiuteranno a trascorrere una piacevole vacanza.

 

Vaccinazioni-bambino-vacanzaLE VACCINAZIONI

Quando si viaggia all’estero con i bambini occorre verificare le vaccinazioni necessarie e le destinazioni nelle quali sono diffuse alcune malattie infettive. Ad esempio la vaccinazione contro l’epatite a la vaccinazione contro il tifo sono consigliate per la maggior parte delle destinazioni asiatiche. In particolare la vaccinazione contro l’epatite A può essere effettuata già sei mesi di vita mentre la vaccinazione antitifica si può fare già da tre mesi. Se poi si intende andare in quelle aree geografiche dove la malaria è una malattia diffusa è consigliabile eseguire la profilassi (anche questo sentendo prima il pediatra)
Ecco un semplice schema da scaricare se dovete andare in paesi “ a rischio” http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_737_allegato.pdf

bambini-cibi-bevandeCIBI E BEVANDE

Quando si viaggia all’estero è importante porre particolare attenzione per cibi e bevande. L’igiene e la sicurezza nel cibo rappresentano una priorità soprattutto in quei paesi dove le condizioni igienico sanitarie sono inferiori e si rischiano quindi le varie forme di gastroenteriti (esempio la diarrea del viaggiatore).

Ecco alcuni semplici consigli:

Lavare accuratamente frutta e verdura, preferibilmente con acqua addizionata di apposito disinfettante.
• Usare acqua in bottiglia. L’acqua è uno dei veicoli più comuni delle malattie a trasmissione oro-fecale. L’acqua gasata è da preferire in quanto l’acido carbonico ha effetto blandamente battericida. Se non si è sicuri che l’acqua sia potabile, farla bollire per alcuni minuti e non usare il ghiaccio per il rischio che sia contaminato. Si può disinfettare l’acqua con iodio, prodotti clorurati, o permanganato di potassio.
• Alimentarsi solo con cibi e bevande di sicura provenienza ed in perfetto stato di conservazione. L’acquisto degli alimenti deve essere fatto solo presso rivenditori autorizzati. Si ha maggiore sicurezza se gli alimenti vengono ben cotti, perché molti microrganismi non sopravvivono alle alte temperature. Evitare assolutamente di mangiare molluschi e frutti di mare crudi!
• Evitare di bere latte non bollito, latticini freschi, gelati e dolci.
• Curare scrupolosamente l’igiene personale , in particolare lavare le mani dopo essere stati nei bagni pubblici.
• Frequentare luoghi che presentano buone condizioni igieniche, fare attenzione alle mosche ed altri insetti che sono vettori di infezioni (ad esempio malaria e febbre gialla), scegliere alberghi con zanzariere.
• Utilizzare insettifughi da contatto, curare scrupolosamente la propria pelle e detergerla dal sudore. Le eruzioni cutanee possono indicare la presenza di uova di mosche e zanzare che sono penetrate nel sottocute.
• Le ferite trascurate possono trasformarsi in ulcere se non adeguatamente trattate.
• Attenzione al contatto con animali per la possibilità di contrarre malattie anche in maniera indiretta tramite i loro parassiti.

abitudini-bambinoLE ABITUDINI

Altra regola importante è quella di rispettare le abitudini dei bambini: il cambiamento di abitudini e luoghi può rappresentare una fonte di stress. Quando poi i bambini sono più grandi può essere opportuno coinvolgerli nelle attività. Per i bambini più piccoli è consigliabile invece portare con loro i giocattoli preferiti in modo da ricreare il più possibile il loro ambiente domestico.

bambini-sole-calorePROTEZIONE DAL CALDO E DAL SOLE

E’ importante ricordare che i bambini sono particolarmente sensibili alle patologie legate al calore e all’umidità. Il colpo di calore rappresenta una emergenza sanitaria e si verifica quando il bambino non è in grado di disperdere il calore tramite la sudorazione. Per minimizzare il rischio di questa patologia bisogna far vestire bambino con degli abiti leggeri, limitare l’attività fisica evitare l’esposizione al sole soprattutto nelle ore più calde e incrementare l’apporto di liquidi.

La pelle del bambino poi è particolarmente delicata e sensibile ed esposta al rischio delle ustioni. Il bambino quindi deve essere adeguatamente protetto dai raggi solari utilizzando apposite creme e soprattutto evitando le attività sportive alla luce del sole nelle ore in cui il sole è più intenso preferendo quindi le prime ore del mattino e il tardo pomeriggio.

puntura-insettoPUNTURE INSETTO

Punture di insetto puntura di insetto possono essere pericolose sia per l’intensa reazione allergica che con i bambini possono sviluppare sia se si va imposti ora ad esempio presente alla malaria. Ruolo particolarmente importante e quindi rappresentato dalla prevenzione: utilizzare creme repellenti, utilizzare le zanzariere, soggiornare in ambienti protetti dall’ingresso degli insetti.
Nel caso in cui i votri bambini abbiano in passato presentato già delle reazioni allergiche importanti può essere utile avere con se una fiala di adrenalina iniettabile.

avatar-mamma-lavoroNella prossima puntata parleremo dei documenti necessari di quando si viaggia all’estero con i vostri bambini.
Rimanete sintonizzate !!

Potete condividere su ...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

0 Risposta

  1. […] prossima puntata parleremo dei viaggi all’estero e da cosa deve essere composta la “valigia del Pronto Soccorso” per i bambini in […]

Lascia un commento