Sara Pedetta – Il progetto di un asilo nido

Sara Pedetta – Il progetto di un asilo nido

Oggi per le video interviste di mamma&lavoro incontriamo Sara Pedetta titolare di un asilo nido per bambini da 0 a 3 anni e da quest’anno ha aperto anche la scuola materna.
In questa intervista ci racconterà di come è nato questo progetto e di come è riuscita a svilupparlo. Consigli per chi, come lei, vuole sviluppare il progetto di un’asilo nido.

BUONA VISIONE !!

M&L – Bentornati ad una nuova rubrica di Mamma & Lavoro, oggi parliamo di “ donne e progetti “ e incontriamo Sara Pedetta, titolare di un asilo nido per bambini da 0 a 3 anni.
Parliamo oggi del suo progetto , HalloBaby , un asilo nido nato da pochissimo ma che è già “lanciatissimo”.
Sara, oggi vogliamo parlare brevemente dalla tua esperienza, che ha poco più di due mesi. Com’è nata questa idea ?

Il progetto di un asilo nido è nato da un percorso lungo che parte appunto dall’università, avendo studiato pedagogia. Finita l’università ho iniziato a lavorare nel mondo delle scuole, parallelamente ho sempre maturato l’esigenza di creare il progetto di un asilo nido che fosse più a immagine somiglianza di quello che era stato il mio reale percorso di studio e quindi, l’ asilo nido HalloBaby voleva nascere proprio dalla passione e dalla voglia di realizzare un sogno.
Rendere poi un sogno reale è stata tutta un’altra storia 🙂 !

M&L – Quali sono stati nella tua esperienze i momenti più difficili e più complicati ?

Devo dire che uno dei problemi principali è stato trovare l’immobile per l’ asilo nido . Devo confessare che per quattro anni ho cercato immobili per tutta Milano !
Trovare il posto per l’ asilo che fosse effettivamente inerente a quelle che erano le mie aspettative è stato molto complesso, perché naturalmente non basta il progetto pedagogico e tutta la parte più passionale “di contenuto” ma serve anche a che il progetto dell’ asilo nido stia in piedi anche dal punto di vista economico, e quindi trovare gli step utili a far sì che questo fosse possibile è stato molto impegnativo, sicuramente.

M&L – Un’altra cosa che vogliamo citare, è quest’aspetto fondamentale dei professionisti , che poi ci affiancano in queste iniziative imprenditoriali e hanno un ruolo chiave . Possono infatti darci veramente una mano importante, vedi il commercialista ed il legale o comunque delle persone esperte. E’ stato così anche per te ?

Nel mio caso è stato fondamentale il contributo di professionisti quali in particolare il commercialista , che mi aiutate in tutta la parte più numerica e amministrativa di valutazione del progetto dell’ asilo nido , e tutto quel che riguarda il mettere in pratica e gestire le parti un po’ più dettagliate, tipo i costi
È stato sicuramente fondamentale avere questo tipo di rapporto, quindi diciamo che è sempre bene, quando si ha un progetto , portarlo avanti ma anche di studiarlo molto e farsi aiutare da persone competenti, quali ad esempio un bravo commercialista

M&L – Ringraziamo molto Sara, le facciamo un grande in bocca al lupo perché lei partirà a Settembre con un asilo già pieno di bambini.
Auguri e alla prossima puntata con una nuova rubrica di Mamma & Lavoro

Potete condividere su ...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

1 Risposta

  1. Salve! Sono una mamma laureata in scienze dell’educazione con un esperienza di 3 anni e di 8 anni come operatore back-officce settore telecomunicazioni. Cerca un lavoro da svolgere al mio domicilio come impiegata, telelavoro, pressa appuntamenti, attivazione s/variazione/cessazione servizi telefonici, confezionamento, etc SERIO NO PERDI TEMPO. Chi mi po aiutare e pregato di contattarmi via email oppure al cell. 3207921489 solo al mattina

Lascia un commento