Legge di murphy

Legge di murphy

Peripezie di una mamma
di Daniela Fujani

legge-di-murphyLEGGE DI MURPHY

Fine! Yeah! La mamma millepiedimillebraccia ha finalmente terminato l’ultima relazione e può partire per le meritate vacanze! Mentre prepara la valigia si sente un po’ in colpa a partire…ma poi pensa che in fondo se l’è proprio meritate queste vacanze, che ha lavorato davvero troppo intensamente, ha saltato almeno 5 weekend di fila per terminare tutti i progetti aperti …quando ecco che la figlia, reduce da una 10 giorni in centro estivo montano, entra nella stanza con una tosse tremenda dicendo – “mamma, mi porti dalla dottoressa per favore, non ce la faccio più, mi sento poco bene..”; prontamente la mamma millepiedimillebraccia lascia le valigie e chiama la pediatra: la pediatra è OVVIAMENTE già in vacanza, ma il valido sostituto la invita a recarsi IMMEDIATAMENTE in ambulatorio perché sta per finire il suo turno; la mamma millepiedimillebraccia prende la figlia ancora in pigiama e si precipita dal pediatra correndo in maniera forsennata; arriva e sta per chiedere anche per lei un consulto dal momento che ha il fiato spezzato e la tachicardia mentre giace in una pozza di sudore…
Il pediatra visita la figliola ed emette la sentenza: “broncopolmonite, ma con 14 giorni di antibiotico potrebbe andare via…potrebbe, ho detto, …in caso contrario deve essere rivista assolutamente tra circa 5 giorni…”.
MA NOI STIAMO PARTENDO!
“Non importa, la ragazza deve essere rivista se non dovesse avere un significativo miglioramento nel corso dei prossimi giorni”.
Così la mamma millepiedimillebraccia si precipita in farmacia per acquistare lo specifico antibiotico prescritto…e così inizia il tour delle farmacie di zona: “spiacente ne ho solo una scatola, la seconda la devo ordinare e arriva domani” NON CE LA FACCIO, NOI DOBBIAMO PARTIRE DOMANI PRESTO… “provi altrove e in bocca al lupo..” ; alla quinta farmacia la mamma millepiedimillebraccia, ormai distrutta e accaldata e trascinante la figlia semi febbricitante, decide di desistere e rinunciare alla tanto sospirata partenza, quando per fortuna trova il benedetto farmaco!
Si parte … insieme all’antibiotico.

spiaggePassano 14 giorni di cura, con obiezioni della figliola, forti proteste, incoraggiamenti, attenzione agli orari nell’assunzione del prodotto..insomma uno stress non da poco; insieme a tale somministrazione si aggiunge anche quella delle bustine ferro da parte del figliolo ottenne : anche in questo caso, sceneggiate, rimostranze, pianti, sgridate, urla…insomma, in albergo quando iniziava lo show delle medicine c’era il fuggi fuggi generale di tutti gli ospiti presenti.
Fine del periodo di cura di entrambi i figlioli.
La mamma millepiedimillebraccia pronuncia la T E R R I B I L E frase: “che bello, finalmente basta con i farmaci, possiamo uscire senza dare spettacolo, io posso smettere di andare in giro come una farmacia ambulante con le sveglie puntate sull’orario di assunzione…che figata, ora sì che inizia la vera vacanza!”
Come non detto. Occorre sempre ricordarsi che la Legge di Murphy è sempre in agguato (non solo al supermercato quando la fila che decidi di lasciare diventa poi la più veloce mentre la nuova fila scelta si blocca, non solo quando l’unico weekend dell’anno che ti concedi piove a dirotto tutto il tempo con anche la grandine che scheggia la macchina che se stava in garage era meglio …).
Ecco infatti che l’ottenne si sveglia la mattina seguente accusando un forte mal di testa; la mamma millepiedimillebraccia preoccupata gli sente la fronte: è un tizzone ardente!
AIUTO e ora che si fa? Domani si parte per altra destinazione, con un viaggio in macchina molto lungo….
Nè Tachipirina, nè altro farmaco sembrano funzionare: il povero pargolo è steso esanime sul divano…
Per fortuna un amico pediatra li raggiunge portando un NUOVO antibiotico: alla vista di questo la mamma millepiedimillebraccia ha un mancamento e pensa a ciò che l’aspetta per altri….8 GIORNI???!!! Noooooo!!!!
Così passano altri 8 giorni impossibili, con scene ancora più terribili di quelle fatte dall’undicenne: pianti, capricci, rigurgiti, finti soffocamenti…
La mamma millepiedimillebraccia è stremata. Ripensa a quando stava facendo le valigie, prima della partenza: se avesse saputo tutto quello che sarebbe successo non si sarebbe sentita così in colpa….no, no!
Fine dell’antibiotico dell’ottenne e …vacanza giunta al termine.
La mamma millepiedimillebraccia sta leggendo un libro prima di dormire quando … il papà quattropiediquattrobraccia comincia a lamentarsi e poi a tremare, scosso dai brividi…
No, ti prego, non può essere, dovevamo farci gli ultimi 3 giorni di mare girando per le spiagge dell’isola, no, ti prego, non ti ammalare anche tu….
Niente da fare: febbre, placche in gola, spossatezza.
E così la mamma millepiedimillebraccia realizza che la legge di Murphy è proprio implacabile: quest’anno per la prima volta si era dimenticata a casa la cassetta dei farmaci…e dunque, se 2 + 2 fa 4 …… HELP!!

Potete condividere su ...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Nessun commento ancora

Lascia un commento