Back to school

Back to school

Peripezie di una mamma
di Daniela Fujani

stacks_image_8855BACK TO SCOOL

Settembre, andiamo è tempo di migrare!

E sì, sarebbe proprio tempo di migrare, partire, scappare perché a settembre suona una particolare campanella: il back to school!

Tra le varie incombenze annuali il back to school è una delle più temute (beh, dopo le vacanze di Natale, le feste di fine anno scolastiche, ecc.) perché nella fascia mediana del mese avviene il DELIRIO!

stacks_image_8856Punto 1: i pargoli non sono abituati alla levataccia mattutina avendo ronfato beatamente ad oltranza per ben tre mesi e ora, appena svegliati, iniziano un lamento I N S O P P O R T A B I L E
Punto 2: la vita sembra ricominciare in maniera ECCESSIVAMENTE convulsa (iscrizioni alla piscina, al mini-basket, al coro, al corso di inglese, al torneo di pallavolo … con tutto ciò che ne consegue: certificati, attestati, dichiarazioni, …)
Punto 3: inizia la tanto temuta … CACCIA AL TESORO tra cartolerie e dintorni !!!
Dunque, se alcune mamme possono beneficiare di una certa lungimiranza e organizzazione delle maestre che forniscono la lista dei materiali da acquistare già a partire da giugno, altre sfortunate mamme si trovano in mano la lista BOLLENTE solo il primo giorno di scuola … e lì: il PANICO!
Sì, perché le richieste sono per lo più assurde, surreali, incomprensibili: penne cancellabili color ciclamino, quadernone ad anelli, ma morbido e con anelli piccoli, matite con punta a scalpello, gomme indelebili, divisori colore muffa di formaggio, mine 0,00001 mm, compassi squadrati, album da disegno riquadrati, ma ruvidi, colori delle tempere ormai esauriti dal 1999 … quaderni a righe di terza ma con margine colorato, quaderno a quadretti di 5 mm, di 8mm, con margine e senza margine, con copertine colore antracite o, semmai, fumo di Londra …

stacks_image_8857E così la mamma millepiedimillebraccia e le sue degne compari si riversano come cavallette alla Coop…Tutte si aggirano come delle matte scatenate lungo le corsie, e si lanciano messaggi in codice “23x 33? ruvido? liscio? riquadrato? in fondo, dietro gli zaini delle Winx e sotto il Dash” oppure “Das bianco? un panetto? no veramente la maestra ha scritto che vuole la confezione da 5 chili, dove la trovo?”
E poi quando si scorge nel cesto l’ultimo quadernone quadrettato…la prima mamma fa un salto, ma cade sulla seconda mamma che tenta di afferrare l’oggetto prezioso e scappare alla cassa, ma viene disarcionata da un’altra mamma che dice:” l’ho visto prima io!” e così scoppia la rissa tra i Tratto Pen e le matite 2HB.
E che dire delle code interminabili per ordinare i libri di testo? E il buono scuola che non arriva mai??
Ecco, quando arriva il back to school la mamma millepiedimillebraccia sogna di essere in un’oasi del deserto, sola …ma ad un certo punto si risveglia bruscamente “MAMMA! Cavolo ma perché mi hai comprato questo quadernone verde?? Io ODIO il verde!”
Settembre, scappiamoooooooo!!

Potete condividere su ...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Nessun commento ancora

Lascia un commento