Novembre: vince la castagna!

Novembre: vince la castagna!

Sono sicura che se si votasse l’ingrediente del mese di novembre il ballottaggio sarebbe tra zucca e castagna.

Delle proprietà della zucca ne abbiamo parlato ad ottobre quindi la scelta è facile.

Personalmente adoro la castagne perché sono una dei pochi frutti ancora spontanei al giorno d’oggi, legati alla stagionalità dei nostri boschi. La castagna è l’autunno. Questo è il motivo principale per cui dovremmo approfittarne in questo periodo.

Poi, naturalmente, ci sono anche i validi e davvero speciali motivi nutrizionali!

La ricchezza in carboidrati complessi rende le castagne simili per valore nutritivo ai cereali: sono una valida alternativa in caso di intolleranza.

Attenzione però che la cottura trasforma parte dell'amido in zuccheri semplici che le rendono dolci ma anche controindicate nei diabetici.

Sono ricche di fibra, di potassio, infatti è uno dei frutti più ricchi in assoluto, 400mg ogni 100g di frutto fresco, salendo a 750mg ogni 100g di frutto essicato, il doppio della banana, e di vitamine del gruppo B; il contenuto di acqua è abbastanza modesto. Le castagne sono indicate per astenie, anemia, stitichezza ed emorroidi.

La Castagna è’ un frutto digeribile e nutriente, ricostituente, consigliato in convalescenza, astenia, particolari momenti di stress, è ideale per gli sportivi perché contiene zuccheri a lento e graduale rilascio, quindi con una disponibilità di energia durevole nella giornata.

Le castagne sono ideali anche per i bambini molto dinamici ed altrettanto per quelli stanchi e pigri, hanno proprietà antisettiche, rinforzano le riserve di calcio e quindi indicate ad anziani e chi soffre di osteoporosi; aiutano il sistema circolatorio e le emorroidi, contengono acido folico utile per la gravidanza ed altrettanto per attenuare i sintomi della menopausa.

Le vitamine più presenti sono quelle del gruppo B, in particolare la B2, utile per pelle e fegato, la B3 coadiuvante per il sistema nervoso.

La Castagna è un frutto digeribile e nutriente, ricostituente, consigliato in convalescenza, astenia, particolari momenti di stress.

Le castagne sono ideali anche per i bambini molto dinamici ed altrettanto per quelli stanchi e pigri, hanno proprietà antisettiche, rinforzano le riserve di calcio e quindi indicate ad anziani e chi soffre di osteoporosi; aiutano il sistema circolatorio e le emorroidi, contengono acido folico utile per la gravidanza ed altrettanto per attenuare i sintomi della menopausa.

Una segnalazione degna di nota oltre all’ apporto energetico, e quindi calorico, è considerare che fermentano nell’ intestino, si può evitare questo disturbo mangiandole ben cotte e masticandole bene e a lungo. Non vanno consumate a fine pasto come dolce e soprattutto insieme ai secondi con alto valore proteico come carne e pesce, formaggi e uova.

La spesa di novembre

VERDURA

Barbabietole, bietola, bietole, broccoli, carciofi, cardi, carote, cavolfiori, cavoli, cicorie, cipolle, coste, finocchi, funghi, indivia, lattuga, porri, radicchi, rape, scorzonera, sedano, sedano rapa, zucche.

FRUTTA

Arance, cachi, mandaranci, mandarini, mele, melagrane, mele cotogne, nocciole, noci.

alessandra-ardemagni-nutrizionista

Di Alessandra Ardemagni – Biologa Nutrizionista

www.ladietagiusta.it

Potete condividere su ...Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Nessun commento ancora

Lascia un commento