Corso di Primo Soccorso online: allertare i soccorsi e chiamare il 118

Corso di Primo Soccorso online: allertare i soccorsi e chiamare il 118

Come fare per chiamare correttamente i soccorsi in caso di emergenza? In questa lezione spiegheremo come funziona il 118 (oggi 112) e le modalità di attivazione dei soccorsi.

Chi ci aiuta in un momento di emergenza o di urgenza che coinvolga nostri bambini?  Il 118.  E'una struttura che si è formata in questi ultimi anni, molto ben organizzata che coordina i soccorsi in ambito sanitario.

Questa che vedete è la centrale operativa di Milano Niguarda, nella quale vi sono medici, infermieri e operatori.

Tutti quanti raccolgono le chiamate in arrivo e come vedete, ci sono numerosi computer.

Su questi terminali gli operatori del 118 hanno la situazione sotto controllo. Vedono i servizi attivi in quel momento, le ambulanze in azione, quelle che sono ferme, quelle che stanno svolgendo un  soccorso.

Gli operatori hanno tutto sotto controllo tramite il sistema informatico che coinvolge tutti gli ospedali. In particolare sanno come è la situazione nei vari pronto soccorso, sanno quanti posti letto siano disponibili o meno, conoscono la disponibilità delle sale operatorie. Quindi tenendo sotto controllo questa situazione, possono organizzare in maniera efficace il soccorso.

Cosa succederà quindi nel momento in cui si verifica un incidente? Oppure se qualcuno si sente male?  Non necessariamente la persona sarà trasportata nell' ospedale più vicino.  La persona sarà trasportata nell'ospedale che in quel momento può gestire meglio quella determinata situazione.



Facciamo un esempio: il nostro bambino che è caduto e ha picchiato la testa.

E' incosciente, molto probabilmente questo bambino avrà bisogno di una neuro chirurgia con una terapia intensiva adatta ai bambini ed ecco quindi che il medico e l'operatore della centrale, ricercano sui vari terminali  gli ospedali che meglio possono rispondere a questa esigenza. Alla fine  indirizzeranno il trasporto del paziente in un determinato ospedale, non necessariamente quello più vicino.

Di che mezzi dispone 118?

Il 118 dispone di diversi mezzi di soccorso.  Quello che noi conosciamo bene e l'ambulanza, detto mezzo di base.  Di ambulanze ve ne sono tante, ma mai abbastanza. Hanno lo scopo fondamentalmente di raggiungere le persone che stanno male e trasportarle in sicurezza nell'ospedale che meglio può gestire quella determinata situazione d'emergenza.

Fondamentalmente, le manovre che gli operatori di questa ambulanza possono fare, sono limitate. Nel senso che a bordo di questa ambulanza e non vi è né un medico ne un infermiere, bensì si tratta di operatori formati per gestire questo tipo di funzione e che fondamentalmente, trasportano in sicurezza il malato.  Questi soccorritori possono dare l'ossigeno, possono fare un elettrocardiogramma,  possono utilizzare eventualmente il defibrillatore ma scordatevi che l'equipaggio del mezzo di base possa iniziare a curare sulla scena un paziente.

Questo invece lo fa l'auto medica, detta alfa.  A bordo dell'auto medica vi è  un medico e/o un infermiere professionale e l'autista.  L'auto medica ha un compito diverso perché può intervenire sulla scena, di solito nei casi più gravi.  Può iniziare a curare il paziente sulla scena e in determinate situazioni, può risolvere il problema e non rendersi necessario l'invio in ospedale.

Abbiamo visto che ci sono tante ambulanze e sicuramente meno auto mediche.

Lo scopo fondamentale è quello di farle intervenire entrambe nelle situazioni di emergenza oppure utilizzare soltanto le ambulanze nelle situazioni meno gravi. Facciamo un esempio per chiarire questo.

Se un vostro parente ha mal di pancia da due giorni, decidete ad un certo punto di portarlo in ospedale e chiamate il 118.  Verosimilmente il 118 vi manderà esclusivamente un mezzo di base per trasportare in sicurezza il vostro parente in ospedale.  Viceversa, se il vostro bambino improvvisamente fa fatica respirare, molto probabilmente vi sarà inviata l'auto medica con a bordo medico e  infermiere per poter iniziare a fare i primi trattamenti a casa vostra o dove vi trovate.

L'ultimo mezzo di soccorso di cui voglio parlarvi oggi è l'elisoccorso.  L' elicottero è un mezzo di soccorso indubbiamente molto efficace e fondamentalmente viene utilizzato in tutte quelle situazioni  ove occorra raggiungere il paziente rapidamente,  in posti magari molto lontani come potrebbe essere un incidente  in autostrada.  Oppure l'elicottero viene utilizzato spesso per trasportare rapidamente un paziente dall'ospedale all'altro, qualora questa cosa  sia necessaria, questo perché i tempi di trasporto in elicottero sono molto brevi. E' un  mezzo che si sposta in linea retta a più di 300 km/ora e quindi  permette di spostare rapidamente  i pazienti da un ospedale all'altro. Al tempo stesso però , l'elicottero è indubbiamente è un mezzo molto costoso.

Diciamo che globalmente 118 nel suo insieme è un sistema che funziona molto bene.  Questo sistema che ha salvato tante vite umane e diventerà il nostro miglior alleato dei momenti di bisogno, quindi non esitate a contattarlo in ogni situazione di emergenza che coinvolga voi e vostri bambini

*N.B: dal 2017 tutti i numeri di emergenza in Italia e in Europa convergono sotto un unico numero, il 112. Quindi se comporremo 112, 113, 115, 116, 118 e addirittura il 911 saremo sempre deviati sulla centrale operativa emergenza e urgenza del 112.

Alla prossima lezione!

Dott. Francesco Luzzana

Vi ricordiamo che il corso qui proposto è la versione gratuita di quello presente su ilclubdellaformazione.cloud. Su questo portale, al termine di ogni lezione è proposto un quiz non valutativo per focalizzare meglio gli argomenti trattati e chiarire eventuali dubbi. Esaurite tutte le lezioni vi sarà proposto un test finale che, se superato, vi permetterà di ottenere un certificato di corretto svolgimento e superamento di questo corso. 

Potete condividere su ...Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Nessun commento ancora

Lascia un commento