Intervista a Paola Devescovi – Mompreneur

Intervista a Paola Devescovi – Mompreneur

paola-devescoviINTERVISTA A PAOLA DEVESCOVI – MOMPRENEUR – Fondatrice di www.projectprosperity.com – Servizi alle Mamme, alle imprese e a chi vuole cominciare un proprio business.

Un paio di settimane fa ho incontrato Paola Devescovi, Mamma e lavoratrice romana, come si dice in inglese una “mompreneur”, che mi ha raccontato un po’ il suo percorso professionale oltre a quello personale che ho trovato interessante e vorrei raccontarvi.
Paola è una donna e una mamma con molte passioni (arte, lingue, crescita personale e spirituale, “blogging” e internet marketing) che ha sempre lavorato in proprio. Per 20 anni ha lavorato come interprete di conferenza e traduttrice . Con l’arrivo dei figli ha deciso di seguirli, e ha cercato di costruirsi un nuovo lavoro che le permettesse di realizzare le proprie passioni utilizzando le competenze acquisite con la libera professione. Così ha aperto un negozio d’arte online e, per imparare a promuoverlo, ha scoperto il mondo dell’internet marketing. Ha studiato con famosi guru dell’internet marketing internazionale dai quali ha imparato a utilizzare gli strumenti più all’avanguardia per il marketing online.
Affascinata da questo mondo e dalle potenzialità che esso offre a chi vuole lavorare sulla rete, ha aperto un blog dove mette a disposizione quello che ha imparato a quelle donne che, come lei, desiderano cogliere le opportunità che Internet offre per costruire una nuova professione o un’attività che permetta loro di conciliare la vita lavorativa con la famiglia.

Ciao Paola, il tuo percorso professionale è interessante e variegato e da circa un anno hai cominciato a concentrarti sul mondo dell’internet marketing e la blogosfera… Come è successo e cosa hai scoperto?

Come hai già accennato, la scoperta è avvenuta un po’ per caso quando ho iniziato a cercare strumenti e soluzioni per promuovere il negozio online che avevo aperto. Ho scoperto che ci sono molte persone in tutto il mondo che utilizzano i blog, non come loro “diario” personale, ma come una “vetrina” per promuovere innanzitutto se stessi, quindi il loro “personale brand”, e i prodotti e i servizi che offrono. Questo modello di business mi ha affascinata, ho voluto conoscerlo meglio e ho deciso di imparare da chi lo applica ormai con successo da diverso tempo. I cosiddetti “guru”, o che si spacciano per tali, dell’internet marketing e del blogging sono veramente tanti e bisogna imparare a farne una scrematura e capire chi veramente offre strumenti e corsi validi. Un po’ si impara a proprie spese, nel vero senso della parola perché i corsi hanno un costo, ma cammin facendo si impara anche a individuare i segnali di pericolo “fregatura”.

Quali sono i fenomeni più interessanti che hai avuto modo di “scoprire” dalla tua ricerca e soprattutto cosa si fa altrove (all’estero) dove il web è uno strumento molto più sfruttato in un certo senso ?

Uno dei fenomeni più interessanti è proprio l’utilizzo del blog per lavorare da casa. Sono veramente tante le persone, con tipi di formazione e esperienze lavorative precedenti diversissime, che hanno intrapreso la via della rete per creare un’attività in proprio, per non essere legate agli orari di ufficio, per essere più presenti a casa con i figli e per poter gestire il proprio tempo come desiderano. E i risultati ci sono. C’è chi è diventato milionario, anche in poco tempo, e chi riesce a guadagnare quello che guadagnerebbe con un impiego regolare, ma che è più felice perché non dipende da orari fissi e non ha “superiori” a cui rendere conto. Si tratta comunque sempre di persone che hanno fatto della propria passione la propria attività. Con questo non voglio dire che basta mettersi in rete per fare quello che piace diventando milionari! Come qualsiasi altra attività in proprio, anche un’attività online richiede tempo, lavoro, dedizione e deve essere considerata non come un hobby, perché altrimenti rimarrà tale per sempre.
L’altro fenomeno interessante è l’utilizzo del blog e delle reti sociali per creare il proprio “personal brand”: il marchio che si promuove è proprio la persona. Il personal brand si crea costruendo i propri rapporti personali con persone che hanno gli stessi interessi o che potrebbero essere potenziali clienti.

Chi sono i tuoi clienti ?

Sul mio blog faccio diverse cose. Promuovo dei prodotti di affiliazione che sono risorse sullo sviluppo personale e strumenti di marketing. Inoltre offro servizi di consulenza a chi desidera avviare una propria attività online, soprattutto utilizzando le reti sociali come Facebook o Linkedin per il proprio marketing. Mi rivolgo soprattutto alle donne, in particolare alle mamme che cercano una soluzione lavorativa che permetta loro di essere presenti per i propri figli senza dover rinunciare alla propria vita professionale.

Paola, come mai un Blog in inglese ?

Per due ragioni fondamentali. La prima è che è un modo per continuare a utilizzare le mie competenze linguistiche che per più di 20 sono state la risorsa fondamentale del mio lavoro. La seconda è che l’inglese mi permette di essere presente sul mercato mondiale e questo mi ha permesso di avere delle bellissime esperienze in termini di rapporti professionali e interpersonali che ho creato con persone che vivono in diverse parti del mondo.

Pensi di far nascere anche un sito/blog Italiano nel prossimo futuro ?

Assolutamente sì. In Italia siamo ancora molto indietro in questo settore. Incominciano solo ora a vedersi i primi esempi di persone che lavorano online e che stanno costruendo la propria attività intorno alle proprie passioni. Desidero proprio mettere a disposizione di tante mamme italiane quello che ho imparato e che sto ancora imparando e che mi sta dando tanta soddisfazione. Il blog italiano sarà un po’ diverso da quello inglese innanzitutto perché non sarò da sola, ma lo realizzerò insieme a una Counsellor con la quale sto già preparando un progetto sul “time management”, la gestione ottimale del nostro tempo. Quindi sarà anche più ricco rispetto a quello attuale.

Quali sono i progetti ai quali stai lavorando e che ti piacerebbe sviluppare a breve ?

Sto lavorando su due progetti piuttosto impegnativi al momento. Uno con la mia socia counsellor sul “time management” che prevede un “webinar”, cioè un seminario gratuito online, e un corso vero e proprio dove forniremo strumenti e indicazioni per gestire il proprio tempo in maniera ottimale. Si tratta di un progetto rivolto a mamme lavoratrici e imprenditrici.
Il secondo progetto invece è un corso di inglese tecnico per non madrelingua per la redazione di testi e documenti comunemente utilizzati sul lavoro, come email, presentazioni per convegni, lettere, e documenti più specifici come abstract, articoli, relazioni, e così via. La struttura è la stessa dell’altro progetto: un webinar gratuito e poi il corso vero e proprio.
Poi, naturalmente, c’è il sito italiano.

Felice di questa scelta e di quello che potrà portare in termini di soddisfazione personale e professionale?

Felicissima. Posso organizzare le mie giornate nel modo migliore per poter conciliare tutti gli impegni di una mamma che lavora. Ci sono sempre quando i miei figli hanno bisogno di me. Riesco anche a trovare il tempo per me stessa, cosa importantissima e che spesso noi mamme trascuriamo perché diamo sempre la precedenza alle esigenze della famiglia. Inoltre, ho stretto rapporti personali e professionali con persone dalle quali sto imparando tantissimo e con esperienze di vita anche molto diverse dalla mia. E sono anche entrata in contatto con voi!

Insomma una Mamma molto creativa e innovativa che guarda al futuro con ottimismo e un sacco di idee “nuove”, una Mamma che non si è fermata e che continua a cercare nuovi spunti!
Un grazie a Paola per averci raccontato di lei e di come sia possibile re-inventarsi un lavoro traendone grande soddisfazione! In bocca al lupo per il tuo lavoro Paola!

Potete condividere su ...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Nessun commento ancora

Lascia un commento