Archivi categoria : L’educatrice Risponde

Per poter educare un bambino bisogna entrare in sintonia sia con lui che con i genitori, cercando di creare un rapporto di reciproca fiducia.L’educazione nasce dalla complicità fra il lavoro del genitore e quello dell’educatore; quest’ ultimo deve accettare, sostenere, accogliere il piccolo globalmente: sia affettivamente sia fisicamente attraverso lo sguardo, la voce, il corpo e il tocco.
Paola Fumagalli ci aiuterà a capire quelle che sono le esigenze dei bambini piccoli e come interagire al meglio con loro

L’inserimento all’asilo nido

Oggi Mamma&Lavoro incontra Cinzia D'Alessandro, Coordinatrice Pedagogica e responsabile dell'asilo nido la "La Locomotiva di Momo" a Milano, per conoscere meglio l'aspetto dell'inserimento all'asilo nido dei nostri bambini.

  Quanto è consigliabile (e a che età) l'inserimento all'asilo nido ? A che età è consigliabile far entrare il bambino in comunità o in una...
Per saperne di più

Quando il bambino dice: è mio!

Anche questa è un fase dello sviluppo dei nostri piccoli ed è normale che loro utilizzino questa esclamazione di fronte a diverse situazioni come: durante la contesa di un gioco con i coetanei o anche nei confronti di bambini più grandi, ma può succedere che il bambino utilizzi questa parola anche nei riguardi dell’adulto.
Per saperne di più

E’ arrivato il fratellino!

L'arrivo del fratellino all’interno di un gruppo familiare già costituito ormai da qualche anno porta sicuramente tanta gioia a mamma e a papà, ma è anche un forte cambiamento poiché i ritmi e le abitudini dei membri della famiglia vengono modificati. Chi ne risente maggiormente è poi il fratello o sorella maggiore.
Per saperne di più